di Alan Parker. Con Matthew Modine, Nicolas Cage, Karen Young, John Harkins, Bruno Kirby. USA 1984

birdy1Si può volare via dai nostri incubi?
Reduce dal Vietnam, con la faccia sfigurata dalle ustioni riportate in combattimento, il sergente Al Columbato trova ad attenderlo in patria una delicatissima missione: tentare di salvare dal baratro della follia il suo vecchio amico d’infanzia Birdy. Quest’ultimo, in realtà, non era mai stato equilibrato: fin da ragazzino, vessato da una madre insopportabile e strepitante, Birdy nutriva un’ossessiva passione per gli uccelli e sognava di poter imitare il loro volo. Gli orrori del Vietnam gli hanno dato il colpo di grazia e la sua mente sembra definitivamente persa in un mondo di fantasie. Sarà l’amico Al a restituirgli il sorriso.
birdy

 

Il campo di battaglia del giovane “Birdy” (Modine) – soprannominato così per la sua folle passione per gli uccelli e per il volo – è innanzitutto la sua psiche. La storia si dipana attraverso continui salti temporali tra il presente e il passato. Il presente si svolge in un ospedale psichiatrico militare, dove Birdy è rinchiuso in preda alla follia dopo essere stato ferito in combattimento.

 

 

Birdy_filmBeccato e felice, il sergente chiama il dottore, che è tuttavia scettico sui progressi di Birdy e a questo punto si scaglia su Weiss: dalla porta restata aperta, i due amici fuggono verso la sommità dell’edificio, da dove Birdy si lancia nel vuoto. Il sergente urla terrorizzato e corre verso il parapetto, ma Birdy gli sorride da non troppo lontano: ha spiccato finalmente il volo desiderato…
planando per fortuna su di uonin terrazzo sottostante

 

Ornella Spuntoni

Share Button