Juno

Di  Jason Reitman, con Ellen Page. USA 2007

juno_ver5 Juno, una sedicenne, resta incinta dopo la sua esperienza sessuale con il suo migliore amico, Paulie, un compagno di scuola innamorato di lei. Sulle prime, anche col sostegno morale di Paulie, decide di abortire, ma poi opta per dare il bambino in adozione. Con l’aiuto dell’amica del cuore, Leah, comunica la scelta al padre e alla matrigna che, seppure stupiti, mantengono la calma e la sostengono. Insieme all’amica, Juno trova su una rivista l’inserzione della coppia ideale a cui affidare il bambino: belli, benestanti ed evidentemente amanti dei bambini.

Juno ed il padre incontrano la coppia e firmano i documenti; la ragazza si trova a suo agio con il marito, Mark, uomo giovanile che condivide le sue passioni, il rock (è un musicista che non ha sfondato e compone ora jingle pubblicitari) e i film horror, non altrettanto con la moglie Vanessa, rigida e perfettina, che sembra soffocare la personalità e gli interessi del marito. Juno comincia a frequentare la loro casa per tenerli informati sull’andamento della gravidanza, approfondendo la sua amicizia con Mark, che la sua matrigna trova inappropriata; finge intanto indifferenza nei confronti di Paulie, facendogli capire che nonostante la gravidanza non sono fidanzati. Un giorno, con Leah al centro commerciale, vede Vanessa giocare con una bambina, e vede in lei un vero desiderio di maternità, impressione che si rafforza poco dopo quando la incontra e le fa sentire il bambino scalciare nella pancia.juno-3

Quando Juno scopre che Paulie ha invitato al ballo di fine anno un’altra ragazza diventa triste e per consolarsi va a trovare Mark; la situazione di intimità che si crea tra i due per il tramite di un ballo lento spinge quest’ultimo a confessarle che ha deciso di lasciare Vanessa, facendo intendere che però loro due si potranno frequentare ancora. Juno si arrabbia e cerca di convincerlo a non divorziare per il bene del bambino; quando Vanessa torna a casa, vede Juno che piange e chiede a Mark che cosa sia successo e lui le comunica la sua decisione, dicendo che non si sente pronto per essere padre e ha ancora molti sogni da realizzare; Vanessa gli risponde che non è disposta ad aspettare una sua improbabile carriera da rockstar per diventare madre. Juno scappa in lacrime ma dopo un lungo pianto in automobile, prende una decisione e scrive un biglietto che lascia davanti alla porta di casa di Mark e Vanessa dove c’è scritto: «Vanessa: se tu ci stai ancora, io ci sto ancora.».

Tornata a casa, Juno confessa i suoi tormenti al padre: è possibile per due persone amarsi per sempre? Il padre, pur nel suo realismo, le dà comunque una risposta incoraggiante, dicendole che ci si può sbagliare, come nel suo caso con la madre di Juno (i genitori della ragazza sono divorziati), ma si può anche essere felici a lungo, come lo è ora lui con la sua seconda moglie: l’importante è trovare una persona che ci voglia bene così come siamo. Juno finalmente capisce chi è per lei quella persona, confessando quindi a Paulie il suo amore. È lui a farle coraggio quando il bambino nasce e viene portato a Vanessa, alla quale, tramite quel biglietto ora incorniciato nella cameretta del bambino, Juno ha confermato la sua fiducia anche come madre single. Il film si conclude con Juno e Paulie che cantano e suonano insieme la chitarra, dandosi poi un bacio.

 

Juno-Ellen-Page-birth_300Temi trattati

CONTENIMENTO-SOSTENIMENTO FAMILIARE:

- La capacità di accogliere emotivamente l’altro può  trasformare un evento avverso in una possibilità di vita.
- La funzione paterna e/o materna passa attraverso il legame affettivo al di là del ruolo biologico.

Share Button